LA MESSA PREFESTIVA DI SABATO 20 LUGLIO 2019 – XVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Antifona

Ecco, Dio viene in mio aiuto,
il Signore sostiene l’anima mia.
A te con gioia offrirò sacrifici
e loderò il tuo nome, Signore, perché sei buono. (Sal 53,6-8)

Colletta

Sii propizio a noi tuoi fedeli, Signore,
e donaci i tesori della tua grazia,
perché, ardenti di speranza, fede e carità,
restiamo sempre fedeli ai tuoi comandamenti.
Per il nostro Signore Gesù Cristo…
 
Oppure:

Padre sapiente e misericordioso,
donaci un cuore umile e mite,
per ascoltare la parola del tuo Figlio
che risuona ancora nella Chiesa,
radunata nel suo nome,
e per accoglierlo e servirlo come ospite
nella persona dei nostri fratelli.
Per il nostro Signore Gesù Cristo…
 

Prima Lettura

Signore, non passare oltre senza fermarti dal tuo servo.

Dal libro della Gènesi
Gn 18,1-10a

In quei giorni, il Signore apparve ad Abramo alle Querce di Mamre, mentre egli sedeva all’ingresso della tenda nell’ora più calda del giorno.
 
Egli alzò gli occhi e vide che tre uomini stavano in piedi presso di lui. Appena li vide, corse loro incontro dall’ingresso della tenda e si prostrò fino a terra, dicendo: «Mio signore, se ho trovato grazia ai tuoi occhi, non passare oltre senza fermarti dal tuo servo. Si vada a prendere un po’ d’acqua, lavatevi i piedi e accomodatevi sotto l’albero. Andrò a prendere un boccone di pane e ristoratevi; dopo potrete proseguire, perché è ben per questo che voi siete passati dal vostro servo». Quelli dissero: «Fa’ pure come hai detto».
 
Allora Abramo andò in fretta nella tenda, da Sara, e disse: «Presto, tre sea di fior di farina, impastala e fanne focacce». All’armento corse lui stesso, Abramo; prese un vitello tenero e buono e lo diede al servo, che si affrettò a prepararlo. Prese panna e latte fresco insieme con il vitello, che aveva preparato, e li porse loro. Così, mentre egli stava in piedi presso di loro sotto l’albero, quelli mangiarono.
 
Poi gli dissero: «Dov’è Sara, tua moglie?». Rispose: «È là nella tenda». Riprese: «Tornerò da te fra un anno a questa data e allora Sara, tua moglie, avrà un figlio».

Parola di Dio
 

Salmo Responsoriale
Dal Salmo 14 (15)

R. Chi teme il Signore, abiterà nella sua tenda.

Colui che cammina senza colpa,
pratica la giustizia
e dice la verità che ha nel cuore,
non sparge calunnie con la sua lingua. R.
 
Non fa danno al suo prossimo
e non lancia insulti al suo vicino.
Ai suoi occhi è spregevole il malvagio,
ma onora chi teme il Signore. R.
 
Non presta il suo denaro a usura
e non accetta doni contro l’innocente.
Colui che agisce in questo modo
resterà saldo per sempre. R.

Seconda Lettura

Il mistero nascosto da secoli, ora è manifestato ai santi.Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Colossési
Col 1,24-28

Fratelli, io sono lieto nelle sofferenze che sopporto per voi e do compimento a ciò che, dei patimenti di Cristo, manca nella mia carne, a favore del suo corpo che è la Chiesa.

Di essa sono diventato ministro, secondo la missione affidatami da Dio verso di voi di portare a compimento la parola di Dio, il mistero nascosto da secoli e da generazioni, ma ora manifestato ai suoi santi.

A loro Dio volle far conoscere la gloriosa ricchezza di questo mistero in mezzo alle genti: Cristo in voi, speranza della gloria. È lui infatti che noi annunciamo, ammonendo ogni uomo e istruendo ciascuno con ogni sapienza, per rendere ogni uomo perfetto in Cristo.

Parola di Dio

Acclamazione al Vangelo

Alleluia, alleluia.

Beati coloro che custodiscono la parola di Dio
con cuore integro e buono,
e producono frutto con perseveranza. (Cfr. Lc 8,15)

Alleluia.

Vangelo

Marta lo ospitò. Maria ha scelto la parte migliore.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 10,38-42

In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò.
 
Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi.
 
Allora si fece avanti e disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta».

Parola del Signore
 

Sulle offerte

O Dio, che nell’unico e perfetto sacrificio del Cristo
hai dato valore e compimento alle tante vittime della legge antica,
accogli e santifica questa nostra offerta come un giorno benedicesti i doni di Abele,
e ciò che ognuno di noi presenta in tuo onore giovi alla salvezza di tutti.
Per Cristo nostro Signore.
 

Antifona alla comunione

Ha lasciato un ricordo dei suoi prodigi:
buono è il Signore e misericordioso,
egli dà il cibo a coloro che lo temono. (Sal 110,4-5)
 
Oppure:

«Ecco, sto alla porta e busso», dice il Signore.
«Se uno ascolta la mia voce e mi apre,
io verrò da lui, cenerò con lui ed egli con me». (Ap 3,20)
 
* C
«Siate misericordiosi, come è misericordioso
il Padre vostro», dice il Signore. (Lc 6,36)
 

Dopo la comunione

Assisti, Signore, il tuo popolo,
che hai colmato della grazia di questi santi misteri,
e fa’ che passiamo dalla decadenza del peccato
alla pienezza della vita nuova.
Per Cristo nostro Signore.

FESTA DI SAN BARTOLOMEO 2019: GLI EVENTI

FOCACCETTE IN PIAZZA VENERDI’ 16  – SABATO 17 – DOMENICA 18 AGOSTO Piazza San Bartolomeo (servizio fino alle ore 24:00)

SERATE MUSICALI CON DJ NICO VENERDI’ 16 e SABATO 17 AGOSTO Piazza San Bartolomeo (musica fino alle ore 01:00)

PESCA DI BENEFICENZA (Piazza San Bartolomeo da martedì 20 a sabato 24 agosto orario diurno e serale)

“PUA IN TI EUGGI” Commedia dialettale presentata dal gruppo teatrale Don Bosco di Varazze (Giardino suore Boschine giovedì 22 agosro ore 21,30) Autore Luciano Borsarelli, Regia Eugenio Rusca.

MOSTRA FOTO ANTICHE a cura dell’Associazione Varagine.it (giovedì 22 e venerdì 23 agosto )

ESPOSIZIONE BARCHE D’EPOCA modello “Lancetta” (venerd’ 23 agosto sagrato oratorio di San Bartolomeo)

 CONCERTO BANDA Musicale “Cardinal Cagliero” Direttore Ambrogio Guetta (venerdì 23 agosto ore 21,30)

ESTRAZIONE LOTTERIA DI BENEFICENZA (Piazza San bartolomeo sabato 24 agosto ore 17,30)

L’Oratorio di San Bartolomeo in Varazze tra storia e tradizione (incontro culturale a cura del Confratello Lorenzo Grazioli  24 agosto ore 18,15)                                  

FESTA DI SAN BARTOLOMEO 2019

Anche per l’edizione 2019, la festa del nostro Santo Patrono prevede un programma molto articolato in cui le celebrazioni religiose si saldano con eventi di carattere culturale e sociale mirati al recupero del senso di comunità solidale che è alla base dei valori fondanti della nostra Confraternita.

Avremo quindi le funzioni religiose che culmineranno con la solenne processione del 24 agosto che vedrà il passaggio per le vie del borgo Solaro di Varazze della macchina processionale di San Bartolomeo portata a spalla da oltre cinquanta portatori. Ma ci saranno anche la musica, l’intrattenimento, i concerti, le mostre, il teatro, le barche e una retrospettiva giudata in cui il racconto farà luce sulla storia della Confraternita e sulle nostre antiche tradizioni.

FESTA DI SAN BARTOLOMEO 2019: PROGRAMMA LITURGICO

VENERDI’ 23 AGOSTO – Vigilia della Festa

Ore 20,30 Esposizione del SS. mo Sacramento Celebrazione del Vespro Benedizione Eucaristica

SABATO 24 AGOSTO 2019 – FESTA DI SAN BARTOLOMEO

Ore   8,00   –  Messa celebrata dai Rev. di Padri Domenicani O.P.

Ore 10,30  –  Messa solenne celebrata dal Rev. do Parroco Don Claudio Doglio in suffragio dei Confratelli e Consorelle defunti con l’animazione liturgica del Coro Polifonico “Beato Jacopo da Varagine”.

Ore   19,30  –  Celebrazione del Vespro – Preghiera a San Bartolomeo –  Solenne Processione per le vie del Borgo Solaro con soste di preghiera in Piazza Nello Bovani per la Benedizione al mare e ai monti ed in Piazza San Domenico. Presteranno servizio le Bande Musicali “Cardinal Cagliero” e “Città di Cogoleto”. Al termine Benedizione in Piazza S. Bartolomeo.

PARLÂ E SCRIVE IN-TA NOSTRA LÉNGOA

Dopo anni di ostilità, trascuratezza ed abbandono ci si è finalmente resi conto che le lingue minoritarie (in molti casi chiamate impropriamente dialetti) sono una ricchezza etnografica che rivela l’anima profonda di un popolo. Nella nostra Confraternita siamo ancora in molti a parlare la lingua ligure che con la sua cadenza e le sue intraducibili espressioni idiomatiche ci aiuta a mantenere viva una tradizione fatta di riti devozionali, di processioni solenni e di simboli.

Per questo motivo abbiano ritenuto che nella costruzione di un sito internet dedicato alla Confraternita la lingua ligure dovesse avere un proprio spazio, magari piccolo, ma vivo e vitale per ricordare, in particolare ai giovani, la storia di chi li ha preceduti in questo cammino di fede popolare e carità priva di ostentazione.

Fæta ‘sta presentaçion de quattro pôle, vuemmo dive che s’orei scrive quarcosa in ligure pè parlâ dè gexia o da tradision de confraternite, stu chì l’è o posto giusto. Vegne ben tutto, puei scrive in-ta grafîa ofiçiâ de Zena, ma anche deôviando a grafîa do Ponente o quella ultramontan-na do Saxello, da Burmida, de l’entroterra de Zena e axi de Novi Ligure. Tanto son tutti di nostri. Fæve vivi che ve pubblichemmo!


LA PAROLA AI GIOVANI

Il blog dei novizi e dei “giovani” confratelli dedicato ai loro problemi ed alla loro voce

San Bartolomeo e Maria Ausiliatrice mantengono giovani i nostri Priori Onorari

Giovane è l’aurora

LEGGERE IN CHIESA

L’articolo rimanda al mio blog personale e vuol essere un piccolo contributo di regole e di “trucchi”, per “proclamare” in modo consono ed efficace la Parola di Dio durante rito della Santa Messa.

Le regolette sono rivolte principalmente ai giovani ma valgono per tutti, specie per coloro che non si sono mai posti il problema di migliorare le loro “performances” di locutori più o meno provetti.

L’articoletto ricorda all’inizio alcune nozioni basilari di grammatica sull’uso degli accenti e dei segni di interpunzione la cui conoscenza è indispensabile per raggiungere il traguardo di una lettura espressiva. Per facilitare il richiamo alla memoria o l’apprendimento, al termine di ogni paragrfo viene proposta una slide riassuntiva contenete la sintesi degli argomenti trattati.

Nella seconda parte si passa alla pratica su come modulare il tono ed il ritmo della voce senza trascurare le tecniche di respirazione ed il recupero di una forte autostima necessaria per vincere la fobia sociale del leggere in pubblico.

Da ultimo qualche consiglio di carattere pratico sulla comunicazione “non verbale” che nei gesti e nella postura deve accompagnare la lettura in tutta la sua durata.

A questo punto, se volete saperne di più dovete cliccare sul link infra riportato:

https://lorvanna.blogspot.com/2018/12/le-voci-di-san-bartolomeo-sanbartolomeo.html